rinascere

E’ trascorso un po’ di tempo dal mio ultimo articolo in blog, sono stato preso da mille cose e travolto dalla quotidianità che come un vortice di avvolge e ti confonde. Questo non è un blog ove annoto la mia quotidianità, piuttosto è una spazio dove far emergere di tanto in tanto qualcosa di speciale, ma oggi mi sono accorto che la stessa quotidianità è diventata quel qualcosa di speciale.Feel the World Sì perché nel mio lavoro ogni tanto si rischia la vita, ma sul serio non tanto per dire, lo so da sempre e l’ho sempre accettato ma non credete alla storiella secondo la quale ci si fa l’abitudine; ieri è stata una di quelle volte… e ci sono andato davvero molto vicino. Non mi piace molto parlare di me ne di “atteggiarmi” a protagonista quindi non scenderò nei dettagli; qui tutta l’attenzione è rivolta ai viaggi ed a tutto ciò che in qualche modo ci gira intorno, anche metaforicamente. Ieri però ho fatto un viaggio speciale vita-morte andata e ritorno e oggi mi sento rinato! Rinascere è viaggiare, ripercorrere il nastro con le foto della vita, assaporare per pochi istanti delle sensazioni uniche che ti fanno capire chi sei e cosa fai sulla terra. E’ un pugno in faccia che ti desta dal torpore; è un bambino che nella sua cinica ingenuità ti dice ciò che pensa, ti giudica, ti inquadra. Solo dopo capisci il significato ed il valore delle piccole cose, di ciò che ti manca e che tutti i giorni ti passa tra le mani e torni ad innamorarti della quotidianità che in fondo ti rende un po’ alla volta tutto ciò che hai seminato con fatica. Oggi io sono vivo mentre centinaia di persone perdono la vita in fondo al mare per inseguire il loro sogno impossibile; oggi non mi sento più “pronto” o più forte ma solo più consapevole; apprezzo molto di più il calore e l’affetto della mia famiglia nonostante nulla sia cambiato in 24 ore, il sole la luna e le stelle sono sempre li ad ostentare le proprie sicurezze; apprezzo l’amore di mia moglie ed i capricci di mia figlia; l’amore di mia figlia ed i capricci di mia moglie… :-); gli sguardi d’intesa e le “cazziate silenziose”, i supermercati e le pulizie, la macchina sempre sporca e la connessione ad Internet sempre lenta, insomma tutto ciò che mi fa vivere la mia vita, unica e preziosa, meravigliosa e sorprendente nella sua semplicità, nella sua quotidianità. Spero sia un invito per tutti a riflettere solo un attimo e poi tuffarsi nel vortice anche con un pizzico di imprudenza, per vivere la vita così come viene, istante per istante, cogliendo “l’attimo” ad ogni occasione un po’ come se fosse l’ultimo, senza mai smettere di inseguire i propri sogni possibili ed impossibili. A presto.

Autore: skyray – Feel the World
Pubblicato: 04 ott 2013 – 174 visualizzazioni

Article Translator:

3 tracce di passaggio

  • francyelfy ha detto:

    Ogni giorno è speciale, ogni attimo è speciale, ogni cosa che facciamo è speciale e tutto ciò perchè non tornerà, non tornerà quell’attimo, non tornerà quella giornata, non tornerà quell’emozione. Ci riflettiamo solo quando accade qualcosa che ci colpisce come un pugno nello stomaco, qualcosa che ci fa riflettere, che ci fa comportare in modo diverso, più consapevole, più attento ma poi… la routine, la fretta, “l’urgenza” ritornano e così “l’importanza” passa di nuovo in secondo piano. Credo di essere fortunata ad avere dei momenti in cui me ne rendo conto e a poter “vivere” in quei momenti, in modo da riuscire ad apprezzare tutto ciò che ho di normale.

  • giovanna ha detto:

    mi è venuta la pelle d’oca leggendo questo post…

  • lascia una traccia del tuo passaggio...

    Nome o Nick: * obbligatorio

    E-mail: (non viene pubblicato) * obbligatorio

    Web Personale

    Messaggio:**

    ** Per contrastare l'attivita' di Spam, ogni messaggio viene verificato prima della sua pubblicazione.