viaggiare nella rete

Ho sempre sostenuto che viaggiare nella rete sia un pò come viaggiare dal vivo, anzi, con le moderne tecnologie ed un pizzico di fantasia, si riesce a godere di esperienze incredibilmente veritiere viaggiando nella rete. Non è un caso che la pianificazione di viaggi intorno al mondo fatti in stile “by own” non possono più prescindere dalla rete ovvero da tutti quegli strumenti messi a disposizione dell’utenza per il calcolo delle distanze e dei percorsi, per stabilire dove siano i principali punti di interesse, per contattare direttamente strutture, enti o compagnie, per verificare le condizioni meteorologiche, per conoscere persone che vivono in loco e possono essere di supporto alla nostro viaggio.
Con l’avvento dei dispositivi mobili e il diffondersi del social networking il viaggiare nella rete, per tutti gli scopi che si possano immaginare, è diventato qualcosa di parallelo alla vita reale, un alter ego da fondere e confondere con il nostro ego. Ma vi siete mai chiesti come la gente trascorra il tempo nella rete ed a cosa serva effettivamente investire in un smartphone?
Feel the World

L’indagine effettuata da Flurry Analytics, che ha come campione la popolazione americana rivela dati alquanto interessanti sui costumi e le consuetudini della gente. Certo queste informazioni non tengono conto dei dispositivi BlackBerry, probabilmente ancora molto diffusi nel settore aziendale, ma è incredibile considerare che solo il 10% circa del tempo, trascorso utilizzando uno smartphone con sistemi Apple o Google, viene dedicato al lavoro (se consideriamo le voci utility e productivity)! E’ pur vero che, al giorno d’oggi, molte aziende, per peculiarità o necessità, hanno migrato il loro businness su Facebook o lavorano sul web tramite browser di navigazione ma è comunque significativo considerare quale sia il principale uso degli smartphone…
I dati riguardano una media di utilizzo “effettivo” giornaliero di circa 2 ore e 40 minuti durante i quali si resta incollati a fissare il display dell’ apparecchio; media destinata a crescere nel tempo poiché, dati alla mano, i dispositivi ultra mobili (smartphone e tablet) stanno letteralmente surclassando personal computer desktop e notebook orientando gli sviluppatori ad un web sempre più “mobile” dove i programmi diventano apps e i siti si adattano a formati e tecnologie diverse per ottimizzare e soddisfare l’esperienza di navigazione dell’utente in movimento. Se non ce ne siamo accorti, viviamo all’interno di una rivoluzione tecnologica quotidiana che sforna prodotti e innovazioni all’ordine del giorno, bisogna “muoversi” per stare al passo…

Autore: skyray – Feel the World
Pubblicato: 05 apr 2013 – 354 visualizzazioni

Article Translator:

lascia una traccia del tuo passaggio...

Nome o Nick: * obbligatorio

E-mail: (non viene pubblicato) * obbligatorio

Web Personale

Messaggio:**

** Per contrastare l'attivita' di Spam, ogni messaggio viene verificato prima della sua pubblicazione.